SIHH 2018 Panerai L’Astronomo

16 gennaio 2018

L’ASTRONOMO LUMINOR 1950 TOURBILLON MOON PHASES 

EQUATION OF TIME GMT – 50mm

E’ la prima creazione di Officine Panerai con l’indicatore delle fasi lunari e un innovativo sistema per l’indicazione della data tramite cristalli polarizzati. Realizzato su misura e personalizzabile, va ad arricchire la serie dedicata al genio di Galileo Galilei.

Innovazione e alta tradizione orologeria si integrano perfettamente nel nuovo L’Astronomo – Luminor 1950 Tourbillon Moon Phases Equation of Time GMT, la nuova creazione dedicata a Galileo Galilei. Una cassa Luminor 1950, che con il suo iconico design racconta l’affascinante storia di Officine Panerai, racchiude un concentrato di soluzioni tecniche che testimoniano la capacità del marchio fiorentino di interpretare in modo sempre distintivo anche le complicazioni più tradizionali e portare innovazione nel mondo dell’alta orologeria sportiva.

Il primo Astronomo Panerai, presentato nel 2010 in occasione del quattrocentesimo anniversario delle osservazioni celesti di Galileo effettuate grazie all’invenzione di telescopio, è stato il primo segnatempo creato da Panerai con regolatore a tourbillon, datario e indicatore di equazione del tempo e dell’orario di alba e tramonto. Come il suo predecessore, il nuovo L’Astronomo – Luminor 1950 Tourbillon Moon Phases Equation of Time GMT è realizzato su misura, con personalizzazione tecnica del movimento scheletrato P:2005/GLS (acronimo per Galileo Luna Scheletrato) in relazione alle coordinate geografiche di un luogo a scelta del cliente e presenta un’offerta di funzioni altrettanto straordinaria, con in più GMT e due ulteriori innovazioni: l’indicatore delle fasi lunari e un inedito sistema di visualizzazione della data attraverso cristalli polarizzati

L’INDICATORE DELLE FASI LUNARI

Grazie all’invenzione del Telescopio, Galileo effettuò delle scoperte rivoluzionarie sull’aspetto e sul moto della luna e ne realizzò disegni di straordinaria bellezza che ancora oggi stupiscono per precisione e cura dei dettagli. Nulla di più coerente, quindi, in un segnatempo a lui dedicato, che un indicatore delle fasi lunari, una complicazione classica dell’alta orologeria che Panerai ha interpretato a modo proprio e con una precisione garantita per un secolo. Sul retro del movimento P.2005/GLS che anima il nuovo Astronomo, infatti, si trova un indicatore giorno/notte che permette di visualizzare in modo chiaro anche la fase lunare, tramite un sistema che funziona con due dischi sovrapposti che ruotano congiuntamente. Il disco superiore – la cui lettura è affidata ad un piccolo indice esterno fisso posto sul movimento – riporta l’indicazione delle 24 ore e raffigura il sole in corrispondenza delle ore diurne e un cielo stellato in corrispondenza di quelle notturne. Al centro del cielo stellato si apre una finestrella circolare che lascia intravedere il disco inferiore sul quale è raffigurata la luna, la cui forma si evolve giorno dopo giorno grazie ad una piccola rotazione supplementare di questo disco di circa 6,1° al giorno, una misura tarata sulla durata esatta di un ciclo lunare (circa 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 3 secondi). Visto che ogni movimento è creato su misura in relazione alle coordinate di un luogo prescelto dal possessore dell’orologio, l’indicazione delle fasi lunari è sempre relativa al cielo di quel luogo e tiene ovviamente conto anche della differenza tra emisfero nord e sud del mondo. Come l’indicatore delle fasi lunari, anche gli indicatori che consentono di leggere l’ora di alba e tramonto sono legati all’home time e quindi, nel caso in cui il proprietario dell’orologio si trovi in una città con un fuso orario diverso da quello della città prescelta, fanno riferimento all’orario indicato dalla lancetta GMT. A ore sei, infine, si trova l’indicatore lineare dell’equazione del tempo, che misura la differenza tra tempo reale (giorno solare) e tempo convenzionale e che ogni giorno incide per circa 15 minuti in più o in meno, a seconda del periodo dell’anno.

UN DATARIO A CRISTALLI POLARIZZATI IDEATO PER INTEGRARSI PERFETTAMENTE CON LA

SCHELETRATURA DEL MOVIMENTO P.2005/GLS

Oltre all’indicatore delle fasi lunari, il calibro a carica manuale P.2005/GLS, ha anche il caratteristico regolatore a tourbillon Panerai, che è possibile ammirare sia frontalmente sia sul lato fondello grazie al raffinato lavoro di scheletratura del movimento e all’assenza di un vero e proprio quadrante. Tutti gli elementi che comporrebbero un tradizionale quadrante sono infatti ancorati al movimento o al rehaut, e i due bariletti, che accumulano una riserva di marcia di ben quattro giorni, sono visibili dal fondello aperto, tramite il quale si può anche leggere l’indicatore dell’autonomia di carica posto sul movimento. In un orologio con questa costruzione, un disco della data concepito in modo tradizionale si vedrebbe e vanificherebbe in parte il fascino della scheletratura, perché coprirebbe parte dei componenti. Il Laboratorio di Idee della Manifattura di Neuchâtel ha quindi ideato un sistema innovativo – domanda di brevetto depositata – in cui il disco della data è realizzato in vetro borosilicato e ha i numeri relativi ai giorni con proprietà ottiche modificate al laser. Questi ultimi risultano quasi invisibili in tutte le posizioni tranne che in corrispondenza della finestrella della data, dove un ulteriore cristallo polarizzato, sovrapposto al disco della data, li fa diventare perfettamente leggibili. In prossimità del datario, che è posto a ore tre, un piccolo contatore ausiliario fornisce anche l’indicazione del mese.

IL REGOLATORE A TOURBILLON BREVETTATO DA PANERAI

Nel sistema brevettato da Officine Panerai, la rotazione del tourbillon è diversa da quella del tourbillon classico. Quest’ultimo, infatti, fa ruotare continuamente la gabbia del bilanciere su se stessa, per correggere le alterazioni dovute alla gravità e agli eventuali attriti. Nell’innovativo meccanismo brevettato da Panerai, tale gabbia ruota lungo un asse che è perpendicolare e non parallelo a quello del bilanciere. Inoltre, mentre nei tourbillon tradizionali la rotazione avviene in un minuto, nel calibro P.2005/GLS si compie in 30 secondi, ed è testimoniata dall’indicatore che ruota nel piccolo contatore dei secondi a ore nove. La velocità superiore e la particolare disposizione del meccanismo consentono di compensare le eventuali alterazioni di marcia in modo più efficace, garantendo una più accurata precisione cronometrica.

UNA CREAZIONE ESCLUSIVA, REALIZZATA SU MISURA E PERSONALIZZABILE

Oltre alla personalizzazione tecnica del movimento P.2005/GLS, il nuovo L’Astronomo – Luminor 1950 Tourbillon Moon Phases Equation of Time GMT offre anche la possibilità di modificare materiale e finitura della cassa, il colore delle lancette e del Super-LumiNova® che rende ogni indicazione eccellentemente visibile anche al buio, e il colore del cinturino in alligatore. Ogni cliente può quindi scegliere di creare un orologio dal carattere più elegante e prezioso, optando per esempio per una cassa in oro rosso o in oro bianco, oppure più sportivo e funzionale, mantenendo la cassa in titanio satinato, quella della versione di base in cui L’Astronomo viene presentato. In ogni caso, l’orologio è impermeabile fino a 5 bar (circa 50 metri di profondità).

I N F O R M A Z I O N I  T E C N I C H E

MOVIMENTO

Meccanico a carica manuale, calibro P.2005/GLS, interamente realizzato da Panerai.

FUNZIONI

Ore, minuti, piccoli secondi, data, indicatore del mese, secondo fuso orario, indicazione notte/giorno, indicatore delle fasi lunari, indicatore di alba e tramonto, indicatore della riserva di carica visibile sul fondello, tourbillon.

CASSA

50 mm, in titanio satinato.

RISERVA D I C A R I C A

96 ore.

IMPERMEABILITÀ

10 bar (~ 100 metri).

Leave a Reply

  • (not be published)