Bovet e il Récital 26 Brainstorm Chapter One

09 marzo 2019

Nel 2016, Bovet 1822 presentò il tourbillon Shooting Star, il primo segnatempo di un’esclusiva collezione dedicata all’astronomia. I tourbillon Astérium e Grand Récital seguirono rispettivamente nel 2017 e 2018. Al di là delle specifiche tecniche di ognuno di questi tre segnatempo, questa trilogia esplora nuovi modi di esprimere la misura del tempo. La sua cassa caratteristica a forma di leggio ne è l’ispirazione ed il supporto. Disegnata dal titolare di Bovet 1822, Pascal Raffy, la cassa a forma di leggio presenta una lunetta inclinata a ore 6. Quest’idea ingegnosa consente di diversificare le tipologie delle indicazioni, utilizzando cupole, rulli, dischi e lancette tridimensionali per migliorarne l’intuitività, l’ergonomia e l’eleganza. Il design tridimensionale stabilisce delle priorità tra le indicazioni offrendo una maggiore leggibilità e guida
lo sguardo del collezionista verso il centro del movimento per scoprire l’eccellenza in ogni dettaglio.

Come dimostrano i numerosi premi conferiti ai segnatempo della trilogia e la Aiguille d’Or, il massimo riconoscimento ottenuto dal Grand Récital al Grand Prix d’Horlogerie de Genève nel 2018, i collezionisti e gli esperti elogiano la rivoluzione stilistica condotta dalla cassa a forma di leggio. Pascal Raffy risponde e ancora una volta supera le aspettative dei collezionisti presentando simultaneamente quattro complicazioni create specificamente per essere alloggiate nella cassa a forma di leggio. Lanciato al SIHH 2019, il Récital 26 Brainstorm® Chapter One presenta numerose innovazioni e lascia intravedere l’ampia gamma di possibilità inedite offerte dalla cassa a forma di leggio per l’interpretazione della misura del tempo. Per questo primo capitolo del Brainstorm®, Pascal Raffy volle un modello in zaffiro. Scelto per la sua trasparenza cristallina, lo zaffiro è il materiale più duro dopo il diamante e possiede la qualità poco conosciuta di essere più leggero del titanio. Questa scelta originale ha immediatamente rivelato una delle maggiori sfide che avrebbero dovuto affrontare i tecnici della Maison BOVET 1822.

Com’è consuetudine alla BOVET, il Récital 26 Brainstorm Chapter One si presenta in edizione limitata, secondo il numero di
movimenti fabbricati. Unicamente sessanta movimenti usciranno dai laboratori della manifattura, per garantire un livello di
esclusività che rispecchia l’eccellenza di questo segnatempo.

Leave a Reply

  • (not be published)