87° Rally di Montecarlo: eccezionali i piloti Richard Mille

31 gennaio 2019

L’87° Rally di Montecarlo ha visto Sébastien Ogier vincitore, per la settima volta nella sua carriera, di questa leggendaria competizione. Il pubblico ha potuto assistere a un vero duello tra Sébastien e il suo rivale, Thierry Neuville. Nella classifica finale, il nuovo pilota della Citroën ha concluso con soli 2’’2 secondi di vantaggio sulla Hyundai di Neuville, risultato mai visto prima in questo tracciato. La battaglia tra i due piloti è diventata davvero epica durante la tappa 16, quando lo scarto che li separava si è ridotto a soli 0’’4 secondi. La Citroën si è imbattuta in problemi tecnici nella tappa 14 che hanno indotto Ogier a dubitare della vittoria. «È stato difficile, la macchina non era più al 100% delle sue facoltà», ha confidato.

Nonostante la battuta d’arresto, la determinazione di Ogier e il suo secondo posto nella powerstage hanno superato i suoi dubbi, lasciando posto all’emozione della vittoria, seguita da un caloroso abbraccio con Thierry Neuville. Questo finale non può non ricordare la vittoria del 1979 di Bernard Darniche (Lancia Stratos Team Chardonnet), con soli sei secondi dal pilota svedese Björn Waldegård (Ford Escort RS 1800), segnando a quell’epoca lo scarto più basso del Rally di Montecarlo.

Un altro membro della famiglia Richard Mille ha ugualmente fatto parlare di sé durante il week end. Infatti, in questo rally, Sébastien Loeb si è unito al nuovo costruttore Hyundai, ottenendo un meritato 4 ° posto, a soli 2, 28 minuti dal vincitore. Il ritorno alla Citroën si annuncia sotto i migliori auspici per Sébastien Ogier e il suo co-pilota Julien Ingrassia, che insieme hanno appena consegnato al team francese la 100 ° vittoria nel WRC. Un’altra buona ragione per celebrare questo trionfo!

Leave a Reply

  • (not be published)