HAUTE HORLOGERIE Chopard L.U.C. Full Strike

13 novembre 2018

Ci sono orologi che sono indice della capacità di una maison di creare qualcosa di unico, di segnalare al mercato la propria abilità e, in alcuni casi, di scrivere un capitolo importante della storia dell’orologeria. Chopard, Maison conosciuta nel mondo per le creazioni di gioielleria di altissimo livello, ormai da anni regala al pubblico degli appassionati anche orologi eccellenti. Ma questa volta, nel caso del L.U.C Full Strike, ha davvero superato se stessa, confermandosi con sicurezza tra le manifatture orologiere di vertice nel panorama mondiale. I numeri caratteristici di questo segnatempo sono già un’indicazione impressionante: 17.000 ore di sviluppo, 3 nuovi brevetti depositati in attesa di convalida, 533 componenti totali, 60 ore di riserva di carica, 63 rubini. Sono i dati di una creazione che al proprio interno comprende una complicazione ripetizione minuti realizzata in maniera rivoluzionaria.

Ma andiamo con ordine. Chopard ha ormai intrapreso la strada di utilizzare al 100% oro etico certificato Fairmined e, quindi, anche in questo caso, il materiale della cassa è oro bianco 18 carati con provenienza certificata. Il L.U.C Full Strike è, inoltre, la massima espressione del forte senso di indipendenza che caratterizza la Maison: dalla progettazione del movimento al design del prodotto finito, dalla fusione allo stampaggio e lavorazione delle casse così come dei singoli componenti, fino ad arrivare alle decorazioni realizzate a mano, la lucidatura, l’assemblaggio, calibratura nonché il controllo qualità, tutto è realizzato in-house, per il raggiungimento del più alto livello qualitativo di eccellenza. Tutta la cura nella progettazione e produzione hanno permesso a Chopard la realizzazione di un ripetizione minuti assolutamente inedito, poiché basato non su timbri creati nel tradizionale oro oppure in acciaio, ma in puro zaffiro, il medesimo materiale utilizzato per i vetri anti-scalfitture degli orologi. Anzi, il Full Strike è caratterizzato da vetro e timbri ricavati da un unico blocco di materia, lavorato quindi senza incollaggi o viti, in modo da poter ottenere, è proprio il caso di dirlo, un suono cristallino. La scelta è stata indotta dal fatto che la trasmissione delle onde acustiche risente in maniera negativa dello “stacco” fra due parti, seppur ben collegate, incidendo fortemente sulla fedeltà del suono, mentre con vetro e timbri a costituire un unico pezzo, il suono si diffonde direttamente verso l’esterno, con tutta la forza e perfezione acustica che ne deriva.

Come si può immaginare, la capacità di lavorazione su un monoblocco di zaffiro di questa tipologia comporta un’attività di ricerca e sviluppo considerevoli, tanto da sottoporre il lavorato ad un brevetto: solamente la realizzazione di tale pezzo ha richiesto ben tre anni di messa a punto. La Maison ha raggiunto una perfezione assoluta, comprovata dai test eseguiti: i timbri percossi dai martelletti in acciaio (visibili ad ore 10) per 2 milioni di volte non subiscono alcuna scalfittura, proprio grazie alla durezza del materiale. Caratteristica questa, che, però, comporta ovviamente una notevole difficoltà di lavorazione e, dunque, un ulteriore sfida in termini di maestria e investimenti in macchinari di precisione estremamente potenti e avanzati.

Il calibro a carica manuale L.U.C 08.01-L, marciante alla frequenza di 28.800 a/h, possiede altre caratteristiche straordinarie, sia per la struttura di realizzazione (solo per fare un esempio è dotato di due distinti bariletti, uno per la suoneria e uno per la marcia normale), sia per le soluzioni adottate per risolvere i problemi tipici di alcune complicazioni. Una delle problematiche usuali di una complicazione come la ripetizione minuti è il tempo che intercorre tra le diverse suonerie, tanto che in alcuni casi ci si potrebbe chiedere se l’orologio sia ancora in funzione, stante il lungo intervallo. Chopard ha risolto la problematica realizzando ruotismi sovrapposti di ore, quarti e minuti, in maniera tale che ogni ingranaggio, assolto il proprio compito, trascini quello adiacente, innescando immediatamente la sequenza successiva, indipendentemente dal numero rintocchi da effettuare, ed eliminando completamente gli intervalli di silenzio.

Ma l’eccellenza della progettazione del L.U.C 08.01-L passa anche dalla volontà di eliminare completamente le possibili rotture di un meccanismo molto delicato come un ripetizione minuti, molto complesso, costituito da innumerevoli pezzi e con una fragilità intrinseca dovuta alla complicazione. La Maison ginevrina ha dunque applicato degli accorgimenti meccanici finalizzati ad evitare manipolazioni errate. Un primo accorgimento è dotare la riserva di carica della suoneria di una ruota semi-dentata in modo tale che, in caso di carenza di energia, la suoneria stessa sia disabilitata, evitando di farla suonare in maniera disomogenea e dannosa per il meccanismo. Inoltre è stato applicato un meccanismo alla frizione del calibro 08.01-L, in modo tale che, durante l’innesto o il disinnesto, il regolatore – elemento che dà il ritmo alla suoneria – non ruoti. In questo modo la suoneria consuma energia solamente una volta che tutti gli elementi sono correttamente allocati. Inoltre, è stata completamente disabilitata la possibilità di messa all’ora mentre la suoneria è in funzione, scollegando la corona dal movimento e preservando l’intero meccanismo da un potenziale rischio di danneggiamento.

Il Full Strike, vincitore dell’Aiguille d’Or al Grand Prix d’Horologerie di Ginevra 2017, ora viene proposto nella variante di colore sui toni del grigio, esteticamente eccellente, con lancette di ore e minuti centrali dauphine fusée rodiate nere, martelletti della ripetizione minuti posti ad ore 10, regolatore ad ore 8, piccoli secondi con lancetta rodiata nera, su quadrante in oro bianco al 6 ed indicatore concentrico della riserva di carica dell’orologio e della suoneria posizionato ad ore 2. La lunetta e il fondo cassa presentano finiture lucide, col fondo cassa inciso a mano e oblò in vetro zaffiro antiriflesso. La platina e i ponti sono in alpacca non trattata, materiale nobile che non ammette errori in fase di lavorazione, i numeri romani sono rodiati in colorazione nera e tutti i componenti del calibro 08.01-L sono rifiniti o a perlage o a Côte de Genève o con la tecnica del “trait tiré”.

L’orologio, dotato di spirale con curva terminale Phillips, vanta sia il certificato di cronometria (COSC), sia il Punzone di Ginevra, certificazione ottenuta grazie alla complessità progettuale e realizzativa dei componenti del calibro. Completano il segnatempo il cinturino in alligatore nero cucito a mano con fodera in alligatore color cognac, dotato di fibbia ad ardiglione lucida e satinata, anch’essa in oro bianco etico 18 carati.

Il Full Stike è prodotto in serie limitata per 20 fortunati appassionati.

Leave a Reply

  • (not be published)