Girard-Perregaux presenta “Neo Tourbillon con Tre Ponti”

16 ottobre 2018

Presentando per la prima volta una versione scheletrata del suo “Neo Tourbillon con Tre Ponti”, Girard-Perregaux si abbandona a un nuovo esercizio d’architettura orologiera. Prendendosi gioco del peso, delle masse e della luce, il “Neo Tourbillon con Tre Ponti Squelette” sottolinea l’attualità del design ed il savoir faire orologiero di Girard-Perregaux.

Ponti slanciati, neri e curvati attraversano il “Neo Tourbillon con Tre Ponti Squelette”. Lo sguardo cade su curve e perforazioni che sostengono una struttura meccanica di straordinaria finezza. Tesi come cavi sopra un precipizio, i ponti del calibro scheletrato fanno pensare all’architettura delle grandi costruzioni: il Viadotto di Millau per la sua gittata, il ponte Mohammed VI di Rabat per la forma snella dei suoi piloni, l’Oversteek Bruk per l’equilibrio raffinato.

Il ‘I Neo Tourbillon con Tre Ponti Squelette” è un’estensione naturale di molti cardini di GirardPerregaux. Il primo è il brevetto del 1884 su un tourbillon a tre ponti visibile dal lato quadrante, principio-base dell’architettura “Tre Ponti d’Oro” e firma inequivocabile dell’alta orologeria GirardPerregaux. Il secondo è la scheletratura di questo tipo di movimento, che Girard-Perregaux pratica fin dal 1998. Il terzo è la nascita, nel 2014, del “Neo Tourbillon con Tre Ponti”. Questi ultimi non erano né diritti, né piatti, né d’oro, ma arcuati, tesi, traforati e neri. Queste caratteristiche tecniche ed estetiche ne fanno una materializzazione esemplare dell’alta orologeria moderna. L’incontro di questi tre pilastri dell’identità Girard-Perregaux è all’origine del “Neo Tourbillon con Tre Ponti Squelette”.

Leave a Reply

  • (not be published)