Novità Baselworld: l’arte sublime di Corum “Hobo Coin”

Corum svela una nuova edizione limitata

23 marzo 2018

Era la moneta dei poveri. Una moneta in nichel da cinque cent fabbricata poco prima della Grande Depressione. Il suo valore era così basso che persino i vagabondi la lavoravano per ottenerne un misero guadagno. Si tratta degli hobo coin, letteralmente “monete del vagabondo”, una piccola moneta coniata dagli Stati Uniti nel 1913, che documenta un passato all’insegna del vagabondaggio e della speranza, della creatività e dell’artigianato popolare.

Quasi 50 anni dopo essere stato il primo marchio al mondo a fare del famoso US Double Eagle 20 $ un segnatempo diventato fenomeno di culto, Corum torna a proporre la numismatica nell’orologeria con un’audacia tutta sua, impertinente, creativa, unica, facendo rivivere un’arte dimenticata.

Gli hobo coin nacquero dall’opera di lavoratori itineranti che attraversavano il continente a bordo di treni merci, di militari in partenza per il fronte della Prima Guerra Mondiale, di artisti squattrinati in cerca di un sogno americano evanescente.

Oggi, gli autentici hobo coin sono diventati rarissimi. Dal 1992, un’associazione indipendente, la Original Hobo Nickel Society, protegge questo patrimonio con determinazione, impegnandosi affinché quest’arte popolare, testimone di un periodo difficile per gli Stati Uniti e per il mondo, alla vigilia della grande crisi del 1929, non cada nell’oblio.

L’artista indipendente Aleksey Saburov contribuisce a questa rinascita storica. Residente a New York, l’incisore russo dà vita agli hobo coin del XXI secolo, allontanandosi dall’iconografia popolare, dai suoi miti, demoni e credenze, per creare vere e proprie opere d’arte uniche nel loro genere, incise in miniatura su autentiche monete da cinque centesimi di inizio secolo.

Corum ha colto l’occasione per esaltare il suo lavoro all’interno della sua celebre collezione Coin, consentendo all’arte dimenticata degli hobo coin di rivivere grazie a una limitatissima edizione di creazioni uniche. “L’arte popolare non muore mai, si trasforma nel corso dei secoli”, spiega Jérôme Biard, CEO di Corum. “Il nostro compito è di esserne i testimoni e di tramandarla. La creatività consiste nel trasferire quest’arte nell’epoca moderna. La collezione Hobo Coin incarna questa volontà. Cattura un frammento di storia dimenticata e lo fa rivivere grazie a un talento contemporaneo unico”.

Interamente incisi a mano, tutti gli esemplari Hobo Coin saranno per definizione pezzi unici. Aleksey Saburov ha realizzato per Corum dei motivi originali che costituiranno il quadrante di segnatempo da 43 mm animati da un movimento meccanico automatico di manifattura. Per la prima volta, questa nuova collezione “Coin” di esemplari unici sarà presentata su un cinturino in jeans, il cui colore grigio-blu si sposa perfettamente con la cassa in argento, impreziosita da uno zaffiro blu sulla corona.

Leave a Reply

  • (not be published)