Baselworld 2017 al via

23 marzo 2017

La 100esima edizione di Baselworld si è aperta ieri con la conferenza stampa inaugurale. Salone imprescindibile e precursore di tendenze, qui a Basilea si riuniscono gli attori chiave di tutti i settori dell’orologeria e della gioielleria internazionale per definire lo stile dell’anno.

Press Conference 2017

Per gentile concessione di Baselworld

René Kamm, CEO di MCH Group che da anni dirige l’evento più importante del mondo degli orologi, ha aperto la conferenza, mentre è stata Sylvie Ritter, Managing Director di Baselworld a ripercorrere i 100 anni di storia del Salone di Basilea. “Questa breve retrospettiva”, ha affermato, “ha messo in evidenza una realtà: è guardando avanti che a Basilea abbiamo costruito il più importante Salone mondiale dell’orologeria e della gioielleria. […] Abbiamo saputo reinventarci, rinnovarci, adattarci, modernizzarci e trasformarci continuamente, senza smettere mai di riflettere un mercato in continua trasformazione. E continueremo su questa strada. […] Questo processo di trasformazione dovrà sempre prediligere la qualità alla quantità. A titolo di prova, per questa edizione, abbiamo deciso di respingere alcuni espositori. È una scelta, la nostra scelta”.

Press Conference 2017

Per gentile concessione di Baselworld

“In particolare questi adattamenti ci hanno consentito di offrire agli orologiai indipendenti, tempo fa collocati al Palace, uno spazio di prima scelta all’interno del Padiglione 1”, ha proseguito la Ritter. “Con la creazione dello spazio denominato ‘Les Ateliers’ abbiamo potuto rispondere alla crescente domanda di questo settore”. Altra novità del Padiglione 1 è il Design Lab, uno spazio dedicato ai designer, attivi in primo luogo nel campo della gioielleria, nel quale si presentano pezzi unici innovativi e creazioni all’avanguardia.

Eric Bertrand, Presidente del Comitato degli espositori, ha fatto riferimento al contesto economico e geopolitico attuale, sostenendo che “la situazione attuale è un’opportunità per coloro che hanno lavorato correttamente in questi ultimi anni e che dispongono di basi solide sul mercato”. Bertrand resta fiducioso in attesa della ripresa che “permetterà ai protagonisti che dispongono degli strumenti migliori di conquistare quote di mercato e di avere più successo che mai.

A chiudere la conferenza è stato François Thiébaud, Presidente degli espositori svizzeri, il quale ha ricordato come nel 2016 le esportazioni dell’industria orologiera svizzera (primo esportatore mondiale in termini di valore) hanno subito un calo del 9,88% rispetto all’anno precedente, ma nell’ultimo trimestre è stato registrato un leggero miglioramento, nonostante il difficile contesto economico-politico e le conseguenze dell’apprezzamento del franco svizzero, del gennaio 2015.

Leave a Reply

  • (not be published)