Longines Conquest V.H.P.

Presentato in anteprima mondiale il modello Very High Precision

10 marzo 2017

Longines ha presentato ieri, in anteprima mondiale e alla presenza di giornalisti da tutto il mondo, il suo nuovo
Conquest V.H.P.

IMG_2973

La presentazione è avvenuta nella cornice dell’Osservatorio di Neuchâtel, location storica e molto rappresentativa per la maison, in quanto nel 1954 proprio in quel luogo la casa dalla clessidra alata ottenne la prima certificazione di precisione assoluta con un orologio al quarzo.

Dopo due anni di studio e sviluppo, prende ora luce un segnatempo che pur richiamando il passato come origine, guarda apertamente al futuro, sia in termini di soluzioni tecniche, sia in termini di soluzioni estetiche.

Raggiungendo quasi la precisione assoluta per un meccanismo al quarzo (± 5 secondi all’anno di scarto) il V.H.P. (Very Hight Precision) si pone ai vertici della categoria, grazie ad un calibro appositamente sviluppato da ETA e dotato del sistema DPR, capace di effettuare un controllo dei ruotismi: il sistema quindi verifica la corretta situazione dell’ora ed in caso di urto o esposizione ad un campo magnetico, è in grado di resettare le lancette.

Due le versioni disponibili, la prima con funzioni di ore, minuti, secondi e data, con cassa da 41 e 43 mm, la seconda con funzione crono, con casse leggermente più grandi, da 42 e 44 mm.

Il cronografo dispone di tre contatori, al 3 quello dei 30 minuti, al 9 quello delle 12 ore, al 6 quello dei piccoli secondi. Al centro invece, in asse con le lancette delle ore e dei minuti, si trova posizionata la lancetta dei secondi crono, mentre fra il 4 ed il 5 si trova la finestrella della data. Facilitata la regolazione delle varie funzioni grazie all’implementazione di una corona elettronica.

La versione crono vanta un’autonomia della pila di circa 4 anni, anche in considerazione di un utilizzo medio della funzione crono ovviamente, mentre la versione a tre lancette sarà in grado di fornire energia per 5 anni. Entrambe le versioni sono comunque dotate di sistema EOL, in grado di segnalare l’approssimarsi della fine della batteria, mediante il salto della lancetta dei secondi di 5 in 5.

Diverse le colorazioni per entrambi i modelli, con quadrante argenté, blu, nero ed uno sportivissimo carbonio. Tutti presentano un cinturino in acciaio inossidabile estremamente resistente dotato di déployante con tripla chiusura azionata da pulsanti; completa l’orologio un vetro zaffiro con trattamento antiriflesso che permette una tenuta fino a 5 atmosfere.

L3.717.4.96

Longines_Conquest_VHP_chrono_soldier_1000 L3.726.4.56

HyperFocal: 0

L3.716.4.66

Leave a Reply

  • (not be published)